LA FIERA DI SAN CASIMIRO
L’arrivo della primavera e il risveglio della natura sono segnati in Lituania da uno degli eventi più importanti dell’anno, la fiera di San Casimiro  (Kaziuko mugė), che si tiene ogni anno dal venerdì alla domenica nel weekend più prossimo al 4 marzo, Giorno di San Casimiro, il Santo Patrono del Paese. Le piazze principali delle maggiori città della Lituania si trasformano in un tripudio di fiori, oggetti di artigianato locale e bancarelle gastronomiche. La fiera è inoltre animata da canti e danze tradizionali.
 
Le radici di una festa sempre attuale
Le celebrazioni per il Patrono risalgono al XVII secolo e a partire dal XIX secolo crebbero di importanza fino a diventare una fiera e un evento tra i più importanti in Lituania durante il quale gli artigiani presentano al pubblico le loro creazioni, i fioristi vendono i verba, composizioni floreali tradizionali della Domenica delle Palme e simbolo della primavera, le casalinghe sfornano bagel, dolci, croissant e frittelle preparate per l’occasione. Durante la fiera sono inoltre organizzati corsi che per apprendere le tecniche usate per creare oggetti artigianali. 
 
Una grande festa dell’artigianato più autentico
 
La festa di San Casimiro è la più grande occasione in cui ammirare le creazioni degli artigiani locali, che arrivano nelle città da ogni angolo del Paese e per acquistare oggetti autentici per decorare la casa. Falegnami, cuochi e musicisti sono il cuore pulsante dell’evento, una celebrazione del loro lavoro e del loro contributo alla vita della comunità, che arricchiscono con opere creative, ricette deliziose e musica gioiosa. Per i turisti questa festa è una splendida occasione per scoprire manufatti realmente unici come brocche, tazze e recipienti d’argilla, oggetti di legno intarsiato, strumenti musicali e caratteristici tessuti ricamati.
 
 
-2°