PALAZZO PRESIDENZIALE: RESIDENZA DELLA NOBILTÀ PER MOLTI ANNI
In piazza Daukantas le strette vie del centro storico di Vilnius si allargano e si fondono, dando origine a uno straordinario complesso di edifici classici, un tempo residenze nobiliari e oggi sede del Palazzo Presidenziale.
 
Storia, residenti e visitatori
Il Palazzo Presidenziale si trova nella piazza in memoria a Simonas Daukantas, l’autore del primo libro della storia della Lituania in lituano. Durante la storia turbolenta di Vilnius il palazzo venne bruciato e distrutto numerose volte. Le sue mura hanno ospitato lo zar Pavel I, il re di Francia Luigi XVIII e Napoleone. Durante gli anni dell’occupazione sovietica il palazzo divenne uno spazio riservato agli alti gerarchi del Partito, finché nel 1997 fu ristrutturato e divenne sede della Presidenza lituana.
 
La struttura
Il Palazzo Presidenziale è oggi un edificio a due piani di stile neoclassico, risalente all’Ottocento. Gli interni sono stati riportati allo splendore originario e riproducono fedelmente le decorazioni classiche del palazzo ottocentesco. Delle molte sale presenti all’interno dell’edificio, la Sala Bianca è oggi adibita a eventi pubblici e ai ricevimenti, la Sala Blu è utilizzata dal Presidente per incontri ufficiali con capi di stato e delegati di altri Paesi, mentre la Sala Verde è riservata a incontri del governo. All’esterno si trova un fantastico giardino con piante secolari ed estremamente curato dove crescono querce, aceri e tigli.
 
Il Cambio della Bandiera
La facciata del Palazzo Presidenziale è decorata con lo stemma della Lituania, sopra il quale si erge la bandiera che viene alzata quando il presidente si trova nel palazzo e abbassata quando è fuori sede. Ogni domenica, a mezzogiorno, si tiene una cerimonia solenne del cambio della bandiera: una parata in cui le Guardie d’Onore sfilano con uniforme moderne e medievali a seguito della quale due militari vestiti con abiti del 14° secolo restano di guardia per un’ora.
 
Eventi pubblici
Presso il palazzo si organizzano molti eventi, come grandi concerti, mostre ed esposizioni nei vari edifici del complesso. Durante alcuni eventi sono organizzate dimostrazioni in cui le guardie, con indosso le tipiche uniformi, eseguono marce e mostrano i loro addestramenti, secondo tecniche risalenti al XIV secolo. Le cerimonie sono accompagnate dalla musica delle trombe e dei tamburi, che accompagnano i fieri movimenti dei soldati.
 
18°