IL PALAZZO REALE
Il Palazzo Reale si trova nel cuore di Vilnius, nella Piazza della Cattedrale. La sua storia porta indietro nel tempo fino al periodo di massimo splendore del Paese, quando i Granduchi di Lituania risiedevano tra le sue mura. Il Palazzo venne più volte ristrutturato nel corso dei secoli in seguito a incendi e distrutto completamente dall’armata russa nel 19° secolo. Oggi questo edificio storico è stato completamente ricostruito e accoglie visitatori da ogni parte del mondo.
 
L’importanza del Palazzo Reale
La costruzione del Palazzo Reale di Vilnius, situato alla base della Collina di Gediminas, iniziò nel 15° secolo per ospitare i Granduchi di Lituania: un imponente edificio in stile neogotico simbolo del potere dei regnanti e cuore della città. Nel 16° secolo vennero chiamati a lavorare al progetto architetti e artisti italiani, polacchi e lituani che lo trasformarono in uno splendido edificio rinascimentale al quale vennero aggiunti tocchi barocchi nel secolo seguente. Il 16° e 17° secolo sono considerati l’Epoca d’Oro del Palazzo Reale, residenza dei regnanti lituani e polacchi che si alternarono alla guida del Paese e che diedero all’edificio prestigio e splendore. Vilnius divenne in quegli anni uno dei centri più importanti dell’Europa e il palazzo ospitò numerosi eventi storici di rilievo: qui furono firmati diversi trattati e accordi, furono nominati granduchi e venne redatto lo Statuto della Lituania. Il palazzo era sede di una delle più importanti biblioteche d’Europa e raccoglieva una straordinaria collezione di armi e trofei di caccia oltre a oggetti preziosi, come gioielli, opere d’arte e arazzi.
 
 
 
La rinascita del Palazzo Reale
Il palazzo fu distrutto completamente dall’armata russa all’inizio dell’800 e durante gli anni dell’occupazione sovietica le autorità non ebbero mai l’interesse di ricostruirlo. L’idea di riportare l’edificio storico  agli antichi splendori fu sempre nelle intenzioni del Movimento per la Liberazione della Lituania e nel 1987 iniziarono degli studi archeologici durante i quali furono ritrovati nell’area più di 500.000 reperti, che divennero la base per la ricostruzione del palazzo.
Nel 2002 incominciarono i lavori per la restaurazione, terminati in tempo per le celebrazioni dei mille anni del nome della Lituania, il 6 luglio 2009. Il Palazzo divenne nuovamente il simbolo dell’orgoglio del popolo lituano e un centro culturale e amministrativo tra i più importanti nel Paese. al places of Vilnius and Lithuania.