UN GIOIELLO BAROCCO
Vilnius, la capitale della Lituania e suo centro culturale, economico, religioso e politico, è una tappa obbligata di ogni viaggio nel Paese Baltico. Il suo cuore è la città vecchia, il più grande e meglio conservato centro barocco dell’Europa Orientale e Centrale, inserito tra i siti Patrimonio dell’umanità dell’UNESCO. Il bellissimo paesaggio collinare che circonda la città vecchia è la perfetta cornice per un luogo dove presente e passato si incontrano, tra le vie strette, le chiese, le botteghe artigiane e gli eleganti palazzi.
 
La coesistenza di diversi stili
Tra il 13° e il 17° secolo, Vilnius fu il centro politico del Granducato di Lituania influenzando lo sviluppo culturale e architettonico dell’Europa orientale. Fu attaccata e saccheggiata numerosissime volte, e si rinnovò sempre. Oggi possiamo perciò ammirare l’armonia delle diverse epoche e degli stili che si succedettero nel tempo: costruzioni gotiche, palazzi rinascimentali, cattedrali barocche e neoclassiche convivono nel centro storico in una fantastica cornice paesaggistica.
 
Una città verde e pulita
Vilnius viene spesso lodata dai suoi visitatori per la pulizia e per la quantità di spazi verdi. La città, che sorge alla confluenza tra i fiumi Neris e Vilnia è infatti una delle capitali più verdi del mondo, ricca di parchi, preti, giardini e piazze. Il centro storico è circondato da colline dalle cui cime si possono ammirare dall’altro le principali attrattive della città vecchia con i suoi tetti rossi:  il castello, le Cattedrale, gli edifici dell’Università, i monasteri, le strette viuzze, le chiese cattoliche e quelle ortodosse. 
 
 
 
 
 
 
 
Un’importante eredità barocca
Nella città vecchia di Vilnius convivono numerosi stili architettonici, dal gotico al classicismo fino al predominante barocco.  La città vecchia barocca, che si sviluppa su un’area di 360 ettari, è stata creata su fondamenta medievali come dimostrato dalle sue strette stradine acciottolate. In epoca barocca furono costruiti però i più importanti palazzi ed edifici religiosi come chiese e monasteri.
 
Luoghi di maggior interesse
I più importanti edifici barocchi della città vecchia sono la Chiesa di San Casimiro, costruita a partire dal 1604, e la Chiesa di San Giovanni con il suo campanile costruita nel secondo quarto del 18° secolo nei pressi dell’Università, la più antica dell’Europa Orientale. Da non perdere inoltre una visita alla Porta dell’Alba, luogo di interesse artistico e spirituale, e alla Piazza della Cattedrale, considerato il centro della città.
 
15°