LA VIA DELL'AMBRA IN LITUANIA
 
L’ambra del Mar Baltico è da sempre considerata tra le più preziose al mondo. Un tempo i mercanti attraversando la Via Dell’Ambra raggiungevano i Paesi più lontani di Europa, Asia e Nord Africa dove commercializzavano  questa preziosa resina fossile, nota anche come “oro lituano”. La Via dell’Ambra è oggi un affascinante percorso turistico lungo la costa del Mar Baltico.

La Via dell’Ambra in Lituania
Lungo la costa della Lituania si possono percorre 98km dell’antica Via dell’Ambra, da Kaliningrad fino alla Lettonia, per scoprirne la storia, il processo di lavorazione e la produzione.
Tra i punti di maggiore interesse, si segnalano:  
  • La Galleria Mizgiris a Nida. Il museo ospita un’ampia collezione di oggetti prodotti dalle diverse tonalità cromatiche e il più grande pezzo di ambra trovato, di due chili. Nel negozio è possibile acquistare i gioielli realizzati dagli artisti locali.
  • La Baia dell’Ambra a Juodkrante. Questo luogo è famoso per quello che è considerato il più grande ritrovamento archeologico di ambra. Il cosiddetto Tesoro di Juodkrante si compone di più di 400 gioielli di ambra di grande valore realizzati nel Neolitico, con raffigurazioni umane e animali. Le opere sono esposte in varie gallerie del Paese e le copie possono essere ammirate al Museo dell’Ambra di Palaga. 
  • Il Museo Minore della Storia di Lituania. Il museo, che ospita ritrovamenti del 5° e 6° secolo, propone un percorso alla scoperta della storia dell’ambra: si possono ammirare ad esempio antiche collane un tempo usate sia come gioielli che come moneta di scambio. 
  • Karklė. Secondo gli scienziati, la spiaggia di questo piccolo villaggio è una delle più ricche di ambra: ogni giorno i cercatori di ambra si danno appuntamento sulla riva per scovare pezzi dell’oro della Lituania.  
  • Il Museo dell’Ambra di Palanga.  Situato nel grande maniero del Conte Tiškevičiai e circondato da uno splendido giardino di 100 ettari, il museo espone nelle sue 15 sale i più straordinari pezzi di ambra grezza trovati nel Baltico oltre a oggetti creati con la preziosa resina fossile. Una delle collezioni più interessanti del museo è quella di pezzi con inglobati insetti e vegetali. 
  • Il Laboratorio d’ambra di Palanga. Nel laboratorio si può ammirare tutto il processo di lavorazione dell’ambra, dalla materia prima al prodotto finito, e acquistare i pezzi realizzati dagli artigiani.
  • L’Alka Samogizia di Šventoji. In questo luogo di culto pagano, l’unico ancora aperto in Lituania, vengono realizzati riti e rituali con la polvere d’ambra. 
Utilizzi dell’ambra
Nonostante non possegga “carati”, l’ambra è da sempre conosciuta come l’oro lituano con cui vengono realizzati gioielli e oggetti pregiati. Grazie alla forte presenza di acido succinico nella sua composizione, l’ambra possiede anche proprietà curative e rappresenta un rimedio naturale contro infiammazioni, problemi alle vie respiratorie, dolori alle articolazioni e ai denti. Nel passato i lituani la utilizzavano per costruire monili che allontanassero le forze del male mentre le pepite d’ambra venivano date da masticare ai bambini per far crescere denti sani e robusti. Oggi centri terapeutici e Spa della Lituania propongono percorsi di benessere che sfruttano le proprietà curative dell’ambra e dove si possono trovare infusi, olii, creme, polveri e tèn fatti con questa resina. 
 
 
 
-5°