L. Juškauskaitė

La storia è nascosta in ogni muro

L‘architettura lituana è molto antica. Un‘infinità di giorni sta guardando da ogni torre. Se i muri di mattoni accarezzati da molte mani potessero parlare, parlebbero sicuramente di famosi architetti e dei loro allievi che viaggiavano attraverso l‘Europa. Ci ricordano le scuole più importanti e le tendenze dell‘architettura che hanno lasciato un‘impronta nelle nostre città e paesi. L‘identità dell‘architettura lituana è definita non solo dalle situazioni storiche, ma anche da persone che hanno vissuto in diversi periodi, la loro percezione dell‘arte, le aspettative, i sogni che sono stati realizati e quelli che non sono stati onorati. La loro comprensione dello spazio vitale, di cosa andavano fieri e di cosa volevano mostrare al mondo. Partendo da legno, pietra e argilla, la Lituania già costruì edifici in mattoni nel 13° secolo. Si possono trovare resti di muratura di quel secolo nel cuore di Vilnius, la capitale di Lituania, ad es. nel campanile della cattedrale. Aperta a una diversità di culture, tendenze artistiche e stili architettonici, la Lituania ha creato un volto straordinario e unico di architettura.